/ by /   Notizie

Curare le punture di zanzare

Se, nonostante l’impegno e l’impiego di soluzioni naturali, ecologiche e animal friendly, non siete riusciti ad evitare di essere punti dalle zanzare, vi riportiamo i rimedi fai-da-te per limitare gonfiori e insopportabili pruriti.

GHIACCIO

Passare sulla vostra puntura un cubetto di ghiaccio avvolto in un fazzoletto di cotone  ben pulito, dovrebbe donarvi un po’ di sollievo attenuando il prurito e rinfrescandovi.

DENTIFRICIO

Applicare un po’ di dentifricio, preferibilmente al mentolo, sulla puntura e lasciatelo asciugare per 15-20 minuti prima di lavarlo via, dovrebbe attenuare l’irritazione e concedere un po’ di sollievo dal prurito.

MIELE

Il miele ha proprietà antibatteriche che possono rivelarsi utili di fronte ad una puntura di insetto: per questo potete utilizzarlo sull’area della pelle irritata, da solo oppure mescolato insieme ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio.

LIMONE

Secondo la saggezza popolare, strofinare sulla pelle una fettina di limone permette di evitare le punture di zanzare. Se tuttavia siete già stati punti tenete presente che il limone è utile anche per lenire gonfiori e pruriti.

SALE

Sciogliete un cucchiaio di sale in un bicchiere d’acqua e con l’aiuto di un batuffolo di cotone, tamponate l’area della puntura in modo da ridurre l’infiammazione.

CIPOLLA
Tra i cosiddetti “rimedi della nonna” c’è anche quello di passare sulla puntura una fettina di cipolla, l’odore non vi favorirà nella vostra vita sociale, ma il sacrificio potrebbe essere compensato dalla scomparsa del prurito.